Alternanza scuola lavoro: cos’è e come organizzare le ore

Febbraio 19, 2024

Tecnicamente si chiama “percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento”, in breve PCTO, ma a tutti viene più semplice definirla “alternanza scuola lavoro”. Si tratta di un meccanismo con cui si vuole aiutare le scuole a preparare in modo più puntuale gli studenti per il mondo del lavoro, riducendo quel gap che spesso si nota fra preparazione teorica  e mansioni pratiche. In sintesi si tratta di un breve stage che ogni studente deve – è un obbligo – compiere in una attività, provando con mano cosa significa mettersi al lavoro.

Sono esperienze formative che possono essere molto interessanti e che danno un assaggio agli studenti di quello che è il reale mondo degli adulti. Un primo passo per cominciare, almeno da un punto di vista mentale, a uscire dalla dimensione relativamente protetta della scuola. Per chi sta per affrontare l’esperienza, ecco qualche spunto su come si svolge in concreto.

Come scegliere la struttura

L’alternanza scuola lavoro può essere svolta in aziende, ditte, imprese, studi professionali. C’è però anche la possibilità di fare pratica anche presso enti o associazioni. Ma come scegliere dove fare il proprio stage? Ovviamente si parte dagli studi che si stanno facendo, quindi scegliendo una attività che operi in un settore in linea con le proprie materie di indirizzo. Lo studente è invitato a proporre lui stesso l’esperienza di alternanza scuola lavoro che desidera fare, sottoponendo il proprio progetto al tutor scolastico, che approverà o meno l’idea. Coloro invece che hanno le idee meno chiare e faticano a muoversi in autonomia, saranno supportati direttamente dalle scuole, che hanno già a disposizione un elenco di imprese disponibili proprio per questo programma. In questo modo si troverà l’abbinamento giusto per ogni alunno.

Anche sul luogo di lavoro lo studente avrà un tutor esterno, che lo introdurrà nell’ambiente, gli farà un breve corso di formazione sia sulle norme di sicurezza che sullo svolgimento delle mansioni, e sarà a sua disposizione per tutto il periodo per qualsiasi difficoltà o problematica.

Quante ore bisogna fare?

Le ore necessarie per poter adempiere correttamente all’alternanza scuola lavoro dipendono dal tipo di scuola che si frequenta. Per i licei è previsto un totale di 90 ore, che sale a 150 ore per gli istituti tecnici e a 210 per le scuole professionali.

Negli ultimi anni si è consolidata l’abitudine di raggruppare e ore in periodi di 3 o 4 settimane nel mese di giugno, al termine dell’anno scolastico, alla fine della classe terza o quarta. In questo modo gli studenti dell’ultimo anno, già impegnati con la maturità, non hanno altri pensieri.

Questa però è solo una consuetudine; la legge non indica nulla di particolare rispetto al modo in cui le ore devono essere suddivise. Anzi, dice esplicitamente di sommare tutte le ore di alternanza scuola lavoro che ogni ragazzo compie nel corso del triennio. E’ quindi possibile suddividere il monte ore nel corso di due o tre anni, sempre però al di fuori del tempo scuola, quindi nei pomeriggi, nei fine settimana o anche durante le vacanze estive. Inoltre, viene consigliato alle scuole di tenere conto anche delle esperienze lavorative che gli studenti possano eventualmente fare all’estero.

Per maggiori informazioni, per avere un aiuto nella scelta della scuola che fa per te o un preventivo gratuito, contattaci!


    Termini e condizioni
    Desideriamo farti sapere come conserveremo i tuoi dati, per quanto tempo e per quali finalità. Potrai in ogni momento contattarci per richiedere la loro cancellazione. Inviando questo messaggio acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali secondo le norme vigenti in materia di privacy e la nostra privacy policy

     DiplomaOnline.com
    ©Copyright 2021 by DiplomaOnline
    envelope